Rituale d’amore

Rituale d'amore

I rituali d’amore sono antichi come il mondo. Forse non tutti sanno che già Cleopatra si rivolgeva alla magia per risolvere le sue questioni, comprese quelle sentimentali. Ma cos’è il rituale d’amore? Quando si parla di legamenti d’amore, incantesimi d’amore, fatture d’amore o riti d’amore si parla di pratiche magiche che, generalmente, appartengono alla Magia Rossa e che riguardano i sentimenti. Sappiamo che il colore della magia è determinato dall’intenzione, in tal senso il rito d’amore potrebbe anche essere un rito di Magia Nera, soprattutto quando l’intento è quello di unire due persone contro la volontà di una di loro.

Il rito d’amore può fungere da Cupido e fare innamorare di noi la persona che desideriamo avere al nostro fianco, ma può anche riaccendere la passione nella coppia, o fare tornare un ex. Sono tantissimi i rituali d’amore che si possono eseguire, ci si può rivolgere ad esoteristi esperti oppure optare per un rituale d’amore fai da te, da eseguire a casa in autonomia. Sono tanti gli esempi di riti d’amore da fare con ingredienti facilmente reperibili. Ecco alcuni esempi.

Rituale d’amore fai da te

Occorrente

  • sette candele rosse
  • sette foglietti di carta pergamena
  • un pennarello rosso
  • un pennarello nero

Si dispongono le sette candele rosse in cerchio e si accendono in senso orario partento da quella rivolta ad est, con il pennarello rosso si scrive su sette fogli di carta pergamena il nome della persona che si vuole fare innamorare

Si brucia un foglietto alla volta con la fiamma di ognuna delle sette candele rosse partendo dalla prima che si ha acceso. Si recita questa formula magica: “Egospel Incantabura, il tuo amore per me sarà la tua nuova natura”. Dopo aver bruciato tutti i foglietti si deve ripetere per cento volte queste parole magiche visualizzando nella mente la persona che si vuole fare innamorare. Si lasciano consumare le candele.

Rituale d’amore con fotografia

Rituale d'amore
Rituale d’amore

Occorrente

  • cinque petali di rosa
  • un bicchiere d’acqua con un pizzico di sale e un pizzico di zucchero
  • quattro candele rosse
  • una foto della persona amata

Questo rituale d’amore va svolto durante una notte di Luna piena. Su un tavolo di legno si posa un bicchiere colmo d’acqua tra trae candele rosse. Illuminati dalla Luna si prende la foto della persona che si ama e ci bacia per tre volte. Si posa sul tavolo (meglio se di legno) sul bordo del bicchiere. Si bagna la foto con alcune gocce d’acqua e si accendono le candele ad una ad una. Su ogni candela si brucia un petalo di rosa e poi si spengono le candele con l’acqua e si ripongono in un sacchetto rosso di stoffa che si deve indossare all’altezza del cuore per 9 giorni consecutivi.

Rituale d’amore

Ci si deve procurare un foglio di carta da pacchi, di quella marrone. Si stappa un  pezzo e si scrive per cinque volte il nome della persona che si vuole attrarre con la sua data di nascita. Sopra a questi cinque righi con nome e dati si scrive il proprio  nome,la data e il desiderio. Ci si concentra a fondo e si cerca di visualizzare  la persona che si avvicina e ci prende per mano. Si piega verso di sé il foglio tante  volte finchè sarà possibile piegarlo.

Quindi si mette in un  vasetto riempito con due dita di sciroppo di zucchero abbastanza fluido, un  cucchiaio di miele, petali di rosa rossa in numero dispari, un pizzico piccolissimo di peperoncino, alcune foglie di damiana, un pezzetto di radice di liquirizia ed una calamita.  Ad ogni ingrediente aggiunto si deve ripetete la richiesta.  Si chiude il barattolo e prima di chiudere si prega facendo entrare il  l’alito dentro il barattolo. Il vasetto si deve scuotere ogni giorno, anche più volte al giorno ripetendo a voce  alta il desiderio. Lo si può scuotere dolcemente per avere amore romantico, e  più energicamente per avere anche la passione. Fino  ad esito raggiunto

Come svolgere il rituale d’amore

Quando si svolge un rituale è d’obbligo che il pensiero sia incanalato in ciò che si sta facendo, ma una volta riposto è necessario dimenticarlo. Si tratta di un passaggio fondamentale per la riuscita del rito. Si deve avere fede ma non deve diventare un’ossessione. Il pensiero  fisso è una spirale di energia che si negativizza e che blocca il flusso energetico positivo. E’ come se si dicesse “ non sono sicura di quanto sto facendo, quindi mi auguro  che vada in porto”. 

Qualsiasi cosa affrontata senza convinzione, diventa un fallimento. Soprattutto in  magia.

Puoi contattare Zoe al numero +39 375 7943808 inviando un messaggio whatsapp

Call Now Button