Magia salomonica

magia salomonica

Cos’è la magia salomonica? Ci sono dei testi di magia salomonica da studiare? Come si svolgono i rituali di magia salomonica. Andiamo a scoprire tutto su questo tipo di magia.

 

Cos’è la Magia Salomonica

La magia Salomonica è una Magia Cerimoniale, nota anche come Alta magia, caratterizzata da lunghi e complessi rituali che prevedono anche accessori e cerimonie.

Si inzia a parlare di Magia Salomonica tra l’ottocento ed i Novecento e da allora viene praticata in numeroso scuole come la Cabala Ermetica, la magia Enochiana, Thelema, e più in generale dai praticanti di magia che si appoggiano all’impiego di un grimorio, ossia ad un libro di Magia.

Re Salomone pare abbia dedicato tutti i suoi giorni a ricercare i segreti più oscuri per penetrare la dimora la più profonda degli spiriti e costringerli ad obbedire al suo volere. Ha inoltre scoperto l’influenza degli astri, la costellazione dei pianeti, il modo di fare apparire gli spiriti. Tutti questi segreti sono usati nella Magia Salomonica 

I rituali di questo tipo di magia sono spesso racchiusi in un grimorio, il libro di magia che il praticante si abitua a consultare spesso per l’esecuzione dei rituali.

Libri di Magia Salomonica

I rituali di magia salomonica sono rituali lunghi e complessi, la maggior parte dei quali è contenuta in tre testi fondamentali, tutti attribuiti al re Salomone, e proibiti dalla Santa Inquisizione.

Il primo libro di magia salomonica la Chiave di Salomone (Clavis Salomonis) risalente al tardo Medioevo o al primo Rinascimento. ; il secondo libro è la Chiave Minore; il terzo è il Testamento di Salomone (il più conosciuto).

La Chiave di Salomone è considerato il principale trattato magico, fornisce tutte le indicazioni utili per preparare sé stessi e gli strumenti per i rituali di Magia. Dice che formule usare, di quali simboli e sigilli munirsi, in che modo rapportarsi agli spiriti evocati e cosa chiedere loro.

Esisterebbe anche un quarto libro di magia salomonica, il più temuto: il Necronomicon. Ufficialmente, questo libro di magia salomonica non esiste, o meglio: nessuno ne possiede copia, e sarebbe un’invenzione dello scrittore Howard Phillips Lovecraft.

Ma c’è chi sostiene che il Necronomicon consiste in una raccolta di incantesimi atti a mettere in contatto con entità ultraterrene e di aprire (o chiudere) le misteriose soglie che consentono la trasmigrazione fra il mondo di tutti i giorni e l’oltre dove dimorano appunto entità ultraterrene.

Questo è in effetti uno degli obiettivi della Magia Rituale, e sono molti i libri che insegnano tale genere di pratiche ma il Necronomicon si contradistirrebbe dagli altri grimori per il fatto di essere l’unico, fra i testi noti, ad avere origini autenticamente pre-umane. I suoi incantesimi risalirebbero alle sconosciute creature aliene che a più riprese giunsero sul nostro pianeta prima che l’uomo si manifestasse (e che furono anzi, secondo molte dottrine, gli artefici dell’origine dell’umanità).

Ma secondo altri, sotto il nome di Magia Salomonica sono racchiusi centinaia di grimori, che racchiudono la scienza e le alte conoscenze sviluppate nel corso dei secoli e confluite nei rituali associati a questo tipo di magia.

Rituali di Magia Salomonica

magia salomonica pentacolo

I riti magici di Magia Salomonica sono di sette tipi diversi, sette quanti sono i pianeti del nostro sistema solare: rituale magico salomonico della Luna, del Sole, di Marte, di Mercurio, di Venere, di Giove e di Saturno. Vanno eseguiti secondo giorni prestabiliti ed alle ore indicate, basandosi su queste associazioni

Saturno domina il sabato, Giove domina il giovedì, Marte domina il martedì, il Sole domina la domenica, Venere domina il venerdì, Mercurio domina il mercoledì, la Luna domina il lunedì.

Tutta la conoscenza e la riuscita dei rituali dipende dall’uso dei pentacoli, strumenti indispensabili che devono essere realizzati nel giorno e nell’ora di Mercurio, con Luna crescente con un segno di aereo e non terrestre.

Rituale salomonico della Luna

Il rito di magia salomonica della Luna o rituale salomonico della Luna è un rito magico effettuato di Lunedì, utilizzato solitamente per aprire la strada a nuove opportunità, lavorative e amorose.

Rituale salomonico di Marte

Il rituale salomonico di Marte viene eseguito di Martedì e ha per effetti quelli di eliminare le negatività di qualsiasi tipo, per vincere sui nemici e abbattere le difficoltà. Il rosso è il colore associato a questo pianeta ed ai suoi pentacoli.

Rituale salomonico di Mercurio

Il rito magico di Mercurio o rituale magico salomonico di Mercurio è un rituale effettuato di mercoledì, che serve a proteggere e ad agevolare nel campo degli affari, per superare esami e far fruttare il commercio.

Rituale salomonico di Giove

Il rituale salomonico di Giove o rito di Giove serve per proteggere la famiglia e per propiziare nuove opportunità lavorative. Il colore distintivo di questo pianeta è il celeste

Rituale salomonico di Venere

Forse il più conosciuto, viene effettuato allo scopo di far tornare l’amore, per conquistare l’uomo o la donna amati, o per favorire l’amore tra due persone.

Rituale salomonico di Saturno

Per proteggerci dai nemici nascosti, visibili e invisibili: allontana i nemici e le persone sgradite.I sette pentacoli di Saturno devono essere tracciati con un inchiostro nero.

Rituale salomonico del Sole

Rito del Sole: questo rito viene eseguito per favorire la fortuna, nel gioco, in amore, nella vita in generale. Il colore del sole è giallo e quindi i pentacoli associati al sole devono essere realizzati in oro il colore che riporta a questo Pianeta.

Il rituale più famoso in magia salomonica: il Rituale di Venere

Questo tipo di rituale è di gran lunga il più conosciuto nell’ambito della magia salomonica. Non tutti possono eseguire questo rituale da soli, e per di più senza sapere esattamente quello che si sta facendo e gli effetti ai quali si va incontro.

Il rituale salomonico di Venere è un tipo di rito utilizzato per attrarre l’amore, rito antichissimo il quale impone l’amore, come un legamento d’amore, sul destinatario del rituale, soggiogandone la volontà e il pensiero.

Molta importanza rivestono i pentacoli, vediamo nel dettaglio i sigilli di Venere. Il verde è il colore associato a Venere.

Primo pentacolo di Venere

Questo sigilli è utile per richiamare gli spiriti di Venere soprattutto quelli che sono scritti nel Pentacolo stesso: Nogahiel, Acheliah, Socodiab, Nangariel.

Secondo pentacolo di Venere

Si tratta di un pentacolo in grado di fare realizzare tutte le questioni di amori desiderate. Si deve portare appeso al collo con un nastro verde (il colore di Venere) lungo a sufficienza affinché il sigillo tocchi il cuore.

Terzo pentacolo di Venere

Un pentacolo utile per forzare gli spiriti di Venere e costringere la persona che si ama a contraccambiare il nostro amore.

Quarto pentacolo di Venere

si tratta di un pentacolo in grado di creare le situazioni favorevoli per incontri e conoscenze ed entrare in relazione con la persona dei propri sogni. Si può usare anche in caso di problematiche legate alla fertilità e per migliorare l’armonia della coppia.

Quinto pentacolo di Venere

Questo sigillo conferisce fascino e carisma, chi lo porta risveglia il desiderio degli altri, si tratta quindi di un ottimo  pentacolo per l’amore.

Per la pratica della Magia Salomonica è opportuno affidarsi, come sempre, a un operatore serio ed esperto dell’occulto, in grado di praticare questo rito e ogni altro tipo di magia in assoluta sicurezza, evitando di evocare entità demoniache e/o spiriti infernali senza la necessaria protezione.

 

 

Call Now ButtonChiama Adesso!