Esorcismo di San Cipriano

Preghiera esorcismo a San Cipriano : a cosa serve e perchè farla

esorcismo di san Cipriano

Se ci si sente attaccati da nemici o da qualche sortilegio, se si ha la sensazione che qualcuno abbia eseguito qualche maleficio su di noi, che abbia lanciato qualche malocchio, molto probabilmente siamo vittime di qualche fattura o maledizione oppure, semplicemente, siamo attanagliati dalla negatività. In  ognuno di questi casi è utile recitare l’ esorcismo di San Cipriano.

La leggenda di San Cipriano

Si narra che Cipriano fosse uno stregone potentissimo che, convertitosi al cristianesimo, divenne paladino della giustizia e difensore da ogni tipo di stregoneria. Dopo la morte venne santificato. Questo rituale, noto come Esorcismo di San Cipriano, si appella a questo Santo nel ruolo di intercessore nella liberazione di una persona da ogni genere di male e maleficio. Si tratta di un rituale che, proprio per tradizione, combatte ogni genere di stregoneria, di rituale anche di magia nera, di fattura, di malocchio, ed allontana gli influssi demoniaci liberando la vittima.

Le formule dell’esorcismo sono molto efficaci, per una corretta esecuzione occorre che siano recitate in modo costante, per tre volte alla settimana meglio se alle ore 18, sino all’estinzione del problema.

Esorcismo di San Cipriano contro incantesimi e sortilegi

Come servo di Dio e creatura sua, sciolgo dallo spirito maligno quanto esso tiene legato. Nel nome del Divino Creatore che amo con tutto il cuore, l’anima e i sensi e che prometto di adorare eternamente grato di quei benefici che quel padre amoroso mi elargisce senza misura io ti ordino, spirito del male, di separarti all’istante da questo corpo tormentato affinché possa ricevere degnamente le aspersioni di Acqua Benedetta che gli verso sopra quale pioggia divina dicendo:

“Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo

che vive e regna eternamente per la virtù degli spiriti superiori Adonay, Eloim, Jeohvam la cui presenza e potere invoco in questo atto. Amen.
Nel nome del Santo Cipriano e da parte di Dio tre volte santo, per la podestà degli spiriti superiori Adonay, Eloim, Jeohva e Mitraton io ( pronunzia il tuo nome ) benedico il corpo di ( pronunzia il suo nome ) perché sia protetto e liberato da tutti i malefici, incantesimi e sortilegi prodotti a lui ( lei ) da uomini, donne o qualsiasi altra causa.

Dio sia lodato e glorificato perché si degni di ordinare che siano sciolti distrutti e annientati tutti i sortilegi affinché il corpo di ( pronunzia il suo nome ) sia liberato dai mali che lo affliggono.

Sia il tuo nome glorificato Dio grande e sovrano per la tua intercessione.
Gli spiriti maligni siano messi in fuga dal corpo di ( pronunzia il suo nome ) e cessi all’istante il sortilegio che tanto danno gli ha procurato.

Io vi scongiuro, vi mando dispersi, perché non possiate entrare mai più in questo corpo sul quale faccio 3 croci e lo benedico.
nel nome del Padre ( croce sulla fronte )

del Figlio ( croce sul petto )

e dello Spirito Santo ( croce sull’ombelico )

Perché sia protetto e salvato da nuovi tormenti
Così sia.”

L’esorcismo di san Cipriano può essere recitato per noi e per gli altri, spesso siamo consapevoli che ci sono persone che hanno bisogno di aiuto ma nemmeno se ne rendono conto.  In tal caso possiamo operare anche a loro insaputa (ovviamente sempre per scopi benevoli). Oppure possiamo recitare questo esorcismo per chi è consapevole di essere probabilmente afflitto da negatività ma non ha la forza né la convinzione né la fiducia necessari per recitare questo potente esorcismo. Si tratta di condizioni imprescindibi, che vanno unite alla costanza ed al totale rispetto del rituale.

Preghiera di san Cipriano contro le fatture

San Cipriano
San Cipriano foto di Own workCC BY 3.0


Questa preghiera a San Cipriano contro la magia può essere recitata quando si ha l’impressione di essere pervasi dalla forza degli spiriti malvagi e quando appaiono pesantezza, agitazione e insorgenza di passioni o cose simili:

“Signore Gesù Cristo, Dio nostro “o unico beato Sovrano, Re dei re e Signore dei signori, il solo che possiede l’immortalità che abita una luce inaccessibile”, Tu che un tempo non riconoscevo anzi mi opponevo e che invece si è degnato, là dove un tempo abbondava il peccato, abbia poi sovrabbondato la grazia, io adesso ti invoco indegno tuo servo Cipriano.
Io, o Signore, con la complicità dell’avversario, per un improvviso capriccio cambiavo l’estate in inverno e l’opposto, trattenevo le nubi e non pioveva, rendevo sterile la terra e non dava i suoi frutti, le viti non si sviluppavano, gli orti non davano le verdure, gli alberi non fruttificavano, i mulini non giravano, le botteghe artigiane non lavoravano, i fiumi non scorrevano, le navi non potevano navigare, i greggi non davano latte, gli animali non concepivano, gli uomini non potevano unirsi alle loro donne, le madri non potevano allattare, i pescatori non potevano pescare, chiamando come miei aiutanti le forze del maligno e compiendo ogni altra opera cattiva che non si può enumerare.

O Dio e Signore misericordioso ti prego, io bisognoso di misericordia da Te, schiaccia tutte le potenze avversarie da ogni luogo del tuo dominio, allontana le opere di magia, sciogli e fai sparire le malizie dei demoni, allontana, punisci e fai fuggire tutte le schiere delle tenebre, tutte le opere compiute dalle forze sataniche sia esterne che interne e liberaci da tutto quello che viene smosso dalla loro natura in maniera occulta e cioè che le nubi donino la loro rugiada sulla terra, la terra dia i suoi frutti al tempo opportuno, le vigne si riempiano di rami fruttuosi, gli orti diano le loro verdure, gli alberi e i boschi diano i loro frutti, i mulini e le navi si muovano liberamente, i greggi e gli armenti diano latte e senza ostacolo partoriscano, le api donino il miele e i bachi producano la seta, e anche ogni donna partorisca con facilità e ogni pescatore, apicoltore, artigiano e scienziato, mercante, padrone o operaio e tutti gli uomini compiano con libertà le loro opere.


Dunque, Signore Sabaoth, ascolta me tuo servo che ti prego e guarisci questa creatura da ogni agitazione e da ogni malattia, da ogni fattura e magia, da ogni maleficio e incantesimo, da ogni malocchio e calunnia, negligenza o pigrizia, da ogni imprudenza, debolezza e disperazione, da ogni ingiustizia, errore e inganno, da ogni ostacolo e difficoltà, da ogni invidia e crudeltà, da ogni golosità e intemperanza, da ogni superbia e arroganza, da ogni maledizione e anatema, da ogni forza proveniente dalla cattiveria dell’antico dragone.

Sii attento, Signore e creatore di tutte le cose, ti imploro io tuo servo (nome di chi legge con fede questa preghiera), libera e salva con tutta la sua casa da ogni malattia, da ogni tempo cattivo, da ogni demonio e potenza avversaria, per la grazia e il tuo amore incommensurabile verso gli uomini; e se per caso ha uno spirito di cattiveria oppure è legato da magia, da ogni maleficio e incantesimo, da ogni invidia e calunnia, malocchio, maledizione o anatema, da scomunica e ogni ingiuria o altra azione malvagia e da tutte le conseguenze operate su di lui dall’odio di persone malvagie si dissolvano, si cancellino, siano sradicate, gettate via e svaniscano come fumo e siano scacciate via tutte le opere di magia da ogni luogo, sia che siano nascoste sulla terra o nel mare o sopra o sotto qualche porta o nel cortile o nella casa di lui, o nel pozzo o in una tomba e in qualsiasi altro luogo che tu solo conosci.


Con la tua potenza che sostiene tutte le cose allontana, o Signore, dal tuo servo (nome) e da tutta la sua casa, tutte le attività dell’autore di ogni cattiveria, sia che siano incise o scritte su pelle di animale, sul ferro, sulla pietra, su legno o su un biglietto, con l’inchiostro o con il sangue di uomo o di animale, con uno stilo o con un calamo o con una poltiglia o con qualsiasi altra sostanza.


Sì, Signore, fai scomparire tutte le opere demoniache sia che siano fabbricate con oro, con argento o con qualsiasi altro metallo, con le ossa e con le unghie umane o di animali, di uccelli sia viventi che morti, sia che provengano dalla terra o da una tomba, sia che siano state confezionate con un chiodo o con un ago o un piolo, che siano state legate con un capello, un cotone o con seta e lino o con canapa oppure con un gozzo o con una corda e con qualche altro vegetale, oppure sono state fatte con il gorgoglio dell’acqua e con il legno incavato o in altra maniera, che tu o Signore, come conoscitore di tutte le cose, conosci meglio di tutti.


Libera o Signore, per il tuo nome santo, del Padre, del Figlio e del Santo Spirito, per la potenza della tua preziosissima Croce, datrice di vita e ridona la vita all’anima oppressa del tuo serv (nome) e la tua destra sia per lui e per tutta la sua casa protezione e aiuto e portatrice in tutto di felicità e gioia, perché Tu sei benedetto in ogni tempo, ora e sempre, nei secoli dei secoli. Amìn.


Sorga il Signore e si disperdano i suoi nemici e fuggano davanti al suo volto tutti quelli che si oppongono a Lui.
Siano schiacciate sotto il segno della venerabile Croce Tua tutte le forze avversarie, per le preghiere di tutti i Santi e della Madre di Dio, dacci la tua pace ed abbi pietà di noi, tu che sei l’unico misericordioso.”

Questa preghiera a San Cipriano va letta con fede e fiducia.

Call Now ButtonChiama Adesso!